Piazza Marconi, 3 - 30030 Fossò (VE), tel. 0415172311 - fax 0415172310


dove mi trovo :   Informazioni  -  comunicati stampa

Comunicato stampa di martedì 22 dicembre 2015: “Il Consiglio comunale di Fossò ricorda la figura dell’ing. Salvatori”



Ieri sera, 21 dicembre, durante la seduta del consiglio comunale il sindaco di Fossò ha ricordato la figura dell’ing. Ferdinando Salvatori, scomparso lo scorso 17 dicembre:
“Figura di grande rilievo per il territorio e in modo speciale per il Comune di Fosso', ha raccolto, insieme al fratello Marcello, dati, reperti, foto e documenti che testimoniano quanto vivace, produttiva e stimolante sia stata la storia del nostro paese, in particolare della frazione di Sandon dove Ferdinando ha vissuto per molti anni con la famiglia presso la fattoria Saggiori ,oggi denominata "Corte de le Muneghe" e trasformata in Bed end Breakfast.
Grazie ai suoi studi ed al suo impegno puntuale e scientifico, possiamo anche noi avere testimonianze della nostra storia, anche della più antica, che altrimenti ci sarebbe stata preclusa.
Ferdinando Salvatori ha scritto, avvalendosi di suoi ricordi personali e di numerosi documenti tratti dall'Archivio di Stato di Venezia, dai registri parrocchiali e da foto storiche, "Memorie di Sandon".
con le quali siamo riusciti a rivivere come in un flashback i tempi della vita di campagna del secolo scorso, la storia dell'antica fornace per mattoni ed essiccatoio del tabacco, ma anche della vita monastica intrecciata con quella agreste dei conventi che qui trovavano sede già nel 1600 , oltre che ad avere altri dati storici che risalgono al 1300 ed oltre.
Il paese deve molto a questa figura di studioso e con questo ricordo vogliamo testimoniare all'ing.Ferdinando e a tutta la famiglia Salvatori, in particolare alla figlia Annalisa ed al genero che ci hanno aperto le porte della fattoria in occasione dell'evento Expo 2015, il nostro ringraziamento e la nostra riconoscenza”.
 

Comunicato stampa di giovedì 17 dicembre 2015: "La Voce del Natale"

L'Assessorato alla Cultura del Comune di Fossò in collaborazione con la Scuola di musica "Il Pentagramma", sabato 19 dicembre 2015 alle ore 20,45 presso il Centro civico "G. Muneratti", di via Roma, 50, organizzano, per accogliere in armonia le feste di Natale,  "La Voce del Natale" concerto per archi e soprano.
 

Comunicato stampa di martedì 15 dicembre 2015 " Un libro sotto l'albero 2015"

L'assessorato alla Cultura e Pubblica Istruzione e il Comitato Biblioteca del Comune di Fossò organizzano da venerdì 18 a martedì 22 dicembre 2015 Mostra Mercato del Libro "Un libro sotto l'albero 2015" La mostra aprirà negli orari di apertura della biblioteca, venerdì 18 dalle ore 20 alle ore 22 e sabato e domenica dalle ore 9 alle 12 e dalle 15,30 alle ore 18,30. Su tutti i libri verrà applicato uno sconto del 15% sul prezzo di copertina.
Nel contesto della Mostra del Libro, venerdì 18 alle ore 20,45 presso il centro civico "G. Muneratti" si terrà l' incontro con l'autore V. Pampagnin  che presenterà il suo ultimo libro"La casa vicino al fiume"
mentre domenica 20 dalle ore 10 ci saranno merenda e letture animate con "Barabao Teatro" per i bambini delle scuole materne e primarie in centro civico G. Muneratti.
 

Comunicato stampa di lunedì 7 dicembre 2015: A Fossò in corso lavori di asfaltatura, rialzo chiusini e segnaletica orizzontale per complessivi 65.000 euro.

Il Comune di Fossò, il 30 ottobre scorso ha affidato i lavori di messa in sicurezza di sedi stradali mediante asfaltatura, fresatura e rialzo chiusini e rifacimento della segnaletica orizzontale, per una spesa complessiva di 65.000 euro.
Le strade, o i tratti di strade, per le quali sono stati affidati i lavori, sono quelle maggiormente rovinate e, stante le limitate risorse disponibili ed i vincoli del patto di stabilità, gli interventi riguardano le situazioni, quali fessurazioni, buche, cedimenti a avvallamenti per le quali è più urgente eliminare pericoli potenziali per la circolazione stradale.
I lavori sono stati affidati alla Ditta Vanuzzo Franco di Fossò e le strade interessate sono via Callesette e Via Borsellino, oltre che alcuni tratti di Via Celestia, Via A.Volta, Via Donatello e parte del parcheggio per automezzi della Zona Industriale.
Per le stesse strade e singoli tratti di strade i lavori di fresatura e rialzo dei chiusini, per eliminare pericoli per la circolazione, sono stati affidati alla Ditta Cos.Men di Sambruson di Dolo e saranno eseguiti dopo le asfaltature. Saranno inoltre sistemati alcuni chiusini in Via Roverelli in prossimità dell'incrocio con Via IV Novembre e rifatta la segnaletica orizzontale.
Il Vicesindaco e Assessore ai Lavori Pubblici Maurizio Lunardi evidenzia come in questa situazione di generale difficoltà e di tagli ai bilanci, si cerca di mantenere in ordine il territorio comunale e garantire una sufficiente manutenzione stradale.
É  inoltre in via di definizione un intervento per la messa in sicurezza del parcheggio adiacente al Giardino Bambini di Terezin, nella cui parte centrale, dove le auto fanno manovra, le betonelle della pavimentazione si presentano notevolmente usurate, sconnesse in più punti, con fessurazioni e avvallamenti.

 

Comunicato stampa di giovedì 3 dicembre 2015: "Una serata di musica"


Aido Sezione di Fossò in collaborazione con il Comune di Fossò, la Pro Loco di Fossò e l'Associazione culturale "Il Pentagramma" organizza per sabato 5 dicembre 2015 alle ore 20,30 presso Ca' Quartiero di via IV Novembre "Una Serata di Musica" con il noto interprete di fisarmonica classica il Maestro Ghenadie Rotari.
L'ingresso è gratuito
 

Comunicato stampa di venerdì 27 novembre 2015: A Fossò domenica 29 novembre alle ore 17, presso il “Civico 21” di Viale dello Sport debutta la nuova associazione giovanile “Il Faro”.


Domenica 29 novembre alle 17.00, nell’immobile comunale di Viale dello Sport “Civico 21”, così denominato per il significato di impegno civile che vuole rappresentare, debutta l' associazione giovanile “Il Faro” con un aperitivo a base di “maroni” cotti e vino novello.
Lo scorso agosto un gruppo di giovani del Comune di Fossò si è costituito in associazione per dare vita ad un progetto di aggregazione sportiva, ricreativa e culturale rivolta al mondo giovanile. Da allora si sono regolarmente riuniti in “Ca' Quartiero”, sede della Pro Loco e ritrovo di altre associazioni comunali, per definire un progetto ed una richiesta di spazi per l’attività associativa, da sottoporre alla valutazione dell'Amministrazione comunale.
Il 17 novembre scorso la Giunta comunale ha approvato due delibere, la prima per intitolare l'immobile di Viale dello Sport, di proprietà comunale e sede dell'ex Distretto sanitario, “Civico 21”, la seconda per iscrivere all’Albo comunale del volontariato, sezione associazioni, l'Associazione Sportiva Dilettantistica “IL FARO”. Alle delibere è seguita la stipula di una specifica convenzione che ha definito gli impegni che si assume l'associazione e la concessione, da parte dell'Amministrazione comunale, dell'uso dell'immobile “Civico 21”.
I giovani, entusiasti, si sono già impegnati per l’apertura di questo centro nei giorni di lunedì e mercoledì, dalle 14.00 alle 23.00 ed il giovedì dalle 18.00 alle 23.00, per attività di “AULA STUDIO” che potrà essere utilizzata da tutti gli studenti universitari e delle scuole secondarie superiori. Promuoveranno inoltre occasioni di aggregazione giovanile attraverso dibattiti, concerti, attività sportive, conferenze, anche in collaborazione con altre associazioni.
Il Sindaco Federica Boscaro dichiara di essere molto soddisfatta del servizio che attraverso questa convenzione la nuova associazione “Il Faro” offre a tutti i giovani, in particolare è orgogliosa della nascita di un centro di aggregazione giovanile, che sarà di sicuro stimolo per la crescita culturale e civile del nostro territorio.
 

Comunicato stampa di giovedì 26 novembre 2015: A Fossò la raccolta differenziata vicinissima alla media dell'80%


L'Amministrazione comunale di Fossò ha predisposto una lettera che invierà ai cittadini, allegata ai calendari Veritas 2016, con la quale fa un primo bilancio della riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti avviata nel 2012.
Il primo dato posto in evidenza è quello che l'attuale Amministrazione ha portato nelle case dei cittadini delle modifiche sostanziali al sistema di raccolta "Porta a Porta", con la conseguenza di un netto miglioramento della percentuale di raccolta differenziata, passata da una media del 68% ad una media vicinissima all'80% e con punte che hanno superato l'82%.
Per ottenere maggiori economie di scala il comune di Fossò si è convenzionato con i comuni di Camponogara, Canpagna Lupia, Campolongo Maggiore e Vigonovo, istituendo dal 2014 un unico servizio di raccolta rifiuti, che se da una lato talvolta abbassa la percentuale di differenziata, dall'altro ottimizza i costi con conseguenti benefici sulle tariffe. Con il nuovo servizio convenzionato sono stati modificati i ritmi di raccolta della carta, della plastica, del vetro/lattine e, da ultimo, del rifiuto secco non riciclabile, inoltre è stata accentrata la raccolta pannolini/pannoloni, impegno sociale molto apprezzato dalla cittadinanza.
I costi del servizio della raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani, costantemente monitorati e le innovazioni apportate, hanno determinato, a partire dal 2012 ad oggi, una riduzione delle tariffe per le famiglie pari a più del 15%, riduzione che prevedibilmente continuerà anche nel 2016.
Nel ringraziare i cittadini che hanno determinato gli elevati livelli di differenziazione raggiunti, l'Amministrazione comunale sottolinea come le azioni per migliorare l'ambiente siano un impegno costante e a tutto campo.
Nella lettera l’Amministrazione comunale conclude comunicando che è in fase di definizione lo studio per promuovere una campagna informativa, da avviare già nel 2016, volta a togliere e smaltire, a costi ridotti rispetto a quelli di mercato, le modeste quantità di amianto ancora presenti su immobili siti sul territorio comunale.


 

Comunicato stampa di venerdì 20 novembre 2015: A Fossò il 25 novembre una serata per ricordare le donne vittime della violenza e per dare voce alle nostre donne


Gli Assessorati alla Cultura ed alle Politiche Sociali del Comune di Fossò, in collaborazione con il Comitato Biblioteca, la Scuola di Musica “Il Pentagramma” e l'Associazione “CST Il Palco” organizzano, per il prossimo 25 novembre alle 20.45,presso il Centro Civico Gaetano Muneratti una serata per ricordare le donne vittime di violenza e dare voce alle nostre donne.
Saranno letti brani tratti dal libro “Passi affrettati” di Dacia Maraini e dal libro “Io ci sono” di Lucia Annibali, recitati dalle attrici della compagnia teatrale “CST Il Palco”.
Fra una lettura e l'altra saranno eseguiti intermezzi musicali con la cantante Maddalena Zancato ed il chitarrista Adriano Farigliosi. Un brindisi dedicato a tutte le donne concluderà la serata.
Per l'intera settimana del 25 novembre la grande scarpa di marmo che campeggia sulla rotonda al centro del paese, sarà rivestita con un drappo rosso.
 

Comunicato stampa di giovedì 19 novembre 2015: Fossò aderisce all’Associazione Internazionale "Mayors for Peace"


Il Comune di Fossò, con Delibera di Giunta n. 147 del 03/11/2015 ha aderito all’Associazione Internazionale Mayors for Peace, organizzazione non governativa e politicamente indipendente, costituita nel 1982 e con uno Status Consultivo Speciale presso le Nazioni Unite, che promuove la solidarietà tra le città del mondo per informare il mondo della disumanità e crudeltà delle armi nucleari e chiedere la loro totale eliminazione.
Mayors for Peace (Sindaci per la Pace) nasce dall’impegno delle città di Hiroshima e Nagasaki per prevenire una ripetizione della tragedia della bomba atomica che colpì le due città nell’agosto del 1945.
Nel luglio 2007 i sindaci di Hiroshima e di Ypres hanno inaugurato il segretariato internazionale della “2020 Vision Campaign” presso la città di Ypres, in Belgio, luogo simbolo del martirio della prima guerra mondiale, con lo scopo di eliminare le armi nucleari entro il 2020.
Grazie alla crescita della “2020 Vision Campaign”, Mayors for Peace raccoglie oggi 4.000 Enti locali in 134 Paesi del mondo, di cui 318 comuni italiani.
Il Comune di Fossò promuove da molti anni una cultura di pace, prima con l’impiego in servizio degli obiettori di coscienza in attività di utilità sociale e poi, a partire dal 2002, impiegando i volontari del servizio civile nazionale e regionale in attività di promozione sociale e culturale. Dal 2005 il Comune è particolarmente attento alla trasmissione della memoria storica con la celebrazione della Giornata della Memoria nel Giardino Bambini di Terezin e la Giornata del Ricordo in via Martiri Giuliani e Dalmati. Per questo l’Amministrazione comunale ha prontamente accolto la proposta che l’ANPI Comitato di Venezia attraverso la sezione di Fossò ha trasmesso al Comune di aderire alla Campagna per l’eliminazione delle armi nucleari entro il 2020.

 

Comunicato stampa di lunedì 9 novembre 2015: Con la terza edizione della “Festa dell'Albero” piantati una sessantina di alberi in Zona industriale.

Sabato 7 novembre nell'area verde comunale della Zona industriale si è svolta la terza edizione della “Festa dell'Albero” organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Fossò
Con delibera n. 118 del 15 settembre scorso la Giunta comunale ha deciso di continuare la piantumazione iniziata lo scorso anno per mitigare le isole di calore provocate dalle superfici asfaltate, creando un viale alberato ed aree a parcheggio protetto nella zona industriale.
Le piante sono state richieste al Dipartimento Difesa del Suolo e Foreste della Regione Veneto e prelevate presso il Centro Polifunzionale di Onè di Crespano del Grappa e sabato scorso poste a dimora da una sessantina di bambini delle Scuole Materne di Fossò e Sandon, aiutati dai loro genitori.
Delle settantacinque piante consegnate, dieci biancospini hanno completato il filare lungo il marciapiede, già piantumato, lo scorso anno, con altre trenta piantine mentre 33 aceri, 10 querce e 6 tigli sono stati piantati in aree verdi libere adiacenti a Viale dell'Industria. Le 16 piante rimaste, realizzeranno un vivaio dal quale prelevare in futuro alberi da utilizzare all’occorrenza nelle aree verdi comunali. Ogni bambino ha legato alla sua piantina un biglietto con il nome dedicato all’albero.
A conclusione della festa i bambini hanno fatto merenda organizzata per loro dai genitori ed ascoltato le letture animate con storie del bosco interpretate da una animatrice dell'Associazione ASD Smile di Fossò.
 
Comunicato stampa di venerdì 6 novembre 2015: Conferito al Comune di Fossò il premio A+CoM Sezione “PAES di eccellenza” per la categoria “Comuni 5.000 – 20.000 abitanti” ex aequo con il Comune di Sant'Agata Bolognese



Il 6 novembre, nell'ambito della 19a Fiera Internazionale Ecomondo di Rimini, nella sala Agorà di Città Sostenibile, si è tenuta la conferenza e cerimonia di premiazione della IVa edizione del Premio A+CoM.

Al Comune di Fossò, ex aequo con il Comune di Sant'Agata Bolognese, è stato conferito il premio A+CoM Sezione “PAES di eccellenza” per la categoria “Comuni 5.000 – 20.000 abitanti”.

Il premio, promosso da Alleanza per il Clima e Kyoto Club con il patrocinio di Fondazione Cariplo, ha l’obiettivo di far conoscere i PAES, Piani d'Azione per l'Energia Sostenibile, più innovativi e qualificati.

Nella Sezione “PAES di eccellenza” il premio quest'anno è stato riconosciuto a quattro Piani di Azione per l’Energia Sostenibile di eccellenza elaborati e deliberati nell’ambito del Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per le seguenti categorie di Comuni: fino a 5.000 abitanti; 5.001 – 20.000 abitanti; 20.001 – 90.000 abitanti; oltre 90.000 abitanti.

Condizione indispensabile per partecipare alla selezione era che il Consiglio Comunale avesse approvato nel 2014 il proprio Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e lo avesse presentato alla Commissione Europea.

Il PAES di Fossò è stato approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale il 30/09/2014 ed ha impegnato la comunità di Fossò a raggiungere, entro il 2020, una riduzione del 20% delle emissioni di gas serra, un aumento del 20% dell'efficienza energetica e una quota del 20% di energie rinnovabili sul consumo energetico totale, rispetto all’IBE, Inventario Base delle Emissioni. Tuttavia l'obiettivo, ben più importante, che si è dato il Comune di Fossò è quello di ridurre, entro il 2020, del 30% le emissioni di CO2 .

La redazione del Piano, coordinata dall’Assessorato all’Ambiente della Provincia di Venezia, è stata curata da Davide Fraccaro ed Ezio Da Villa dello Studio Divisione Energia di Mira.

Il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gian Luca Galletti, non potendo essere presente alla cerimonia ha inviato i saluti, il pieno appoggio all’iniziativa e l’invito a continuare con questa iniziativa. La conferenza e cerimonia di premiazione si è aperta con i saluti di Sonia Cantoni, membro con delega all’Ambiente del CdA della Fondazione Cariplo, coordinata da Karl-Ludwig Schibel, Presidente Alleanza per il Clima Italia ha ascoltato gli interventi di Pirita Lindholm, dell'Ufficio del Patto dei Sindaci di Bruxelles su “Il Patto globale e il processo internazionale”; di Sergio Andreis, Direttore del Kyoto Club su “Come si sta preparando l’Italia all’appuntamento di Parigi?” e di Maurizio Tira, Presidente del Coordinamento Agende 21 Locali italiane su “Il contributo nazionale dell’Italia all’accordo di Parigi.

C'è stata quindi la consegna dei Premi A+COM con laudationes per la Sezione “PAES di eccellenza” ed il premio al PAES di Fossò è stato consegnato al Sindaco Federica Boscaro con laudatio di Sonia Cantoni “Il PAES del Comune di Fossò in Veneto è meritevole per l’accuratezza della raccolta dei dati energetici e la struttura comunale di implementazione del PAES innovativa e che prevede un elevato coinvolgimento dell’Amministrazione con ottime possibilità di adattamento delle strutture nella cultura dell’ente. Il Piano è stato sviluppato con la metodologia del progetto europeo SEAP ALPS e gli obiettivi posti sono ambiziosi ma plausibili e misurabili. Ben coordinato il supporto della provincia di Venezia che svolge da anni un’importante funzione di Coordinatore Territoriale. Di particolare rilevanza per questo piano è ad ogni modo la volontà, espressa con un’opportuna azione, di voler porre in sinergia il PAES con il Piano delle Acque che il comune ha adottato nel 2010 come strumento integrativo alla pianificazione urbanistica e contenente misure per l’adattamento ai cambiamenti climatici. Nella stessa ottica del nuovo Patto dei Sindaci presentato pochi giorni fa a Bruxelles, mitigazione e adattamento possono e devono trovare spazio all’interno dei PAES per consentire alle città e ai territori di affrontare completamente la sfida dei cambiamenti climatici e di renderli nel contempo meno impattanti e più resilienti.”

Il Sindaco si è dichiarata orgogliosa di ricevere questo premio perché il PAES di Fossò, frutto di un lavoro di squadra tra Assessori, Consiglieri di maggioranza e dipendenti comunali, è stato condiviso anche dalle opposizioni ed approvato all'unanimità dal Consiglio Comunale, a riprova che sulle politiche climatiche europee c'è unanime condivisione e lo ha dedicato a tutti i cittadini di Fossò.



 

Comunicato stampa di giovedì 5 novembre 2015: Manutenzione straordinaria di affossature comunali e private - Nuovi interventi su affossature comunali a Sandon e in Via Callesette.


L'Amministrazione comunale di Fossò ha predisposto una serie di interventi di manutenzioni straordinarie su affossature comunali e ha coinvolto i proprietari dei fondi ad intervenire sulle affossature private con l'obiettivo di ripristinarne la massima capacità di invaso e di deflusso e migliorare così la situazione idraulica delle zone sensibili dove le piogge abbondanti causano ancora allagamenti e disagi ai cittadini.
L’Amministrazione Comunale, coadiuvata dal Consorzio di Bonifica Bacchiglione, a partire dalla scorsa primavera, ha convocato più volte i frontisti di otto importanti affossature, già risezionate cinque anni fa e bisognose di manutenzione straordinaria (sgarbo del fondo e sistemazione di eventuali frane sulle sponde). Nel corso delle riunioni il Comune si è proposto quale coordinatore dei lavori al fine di realizzare, per ogni singola affossatura, interventi unitari ed efficaci e contenere i costi a carico dei proprietari.
Le affossature, già oggetto di manutenzione fra fine ottobre ed i primi giorni di novembre, sono quelle che scorrono da Via Piemonte a Via Pava e da Via Piemonte a Via Favalli, dal centro di Fossò a Via Favalli (in parallelo all'ex discarica) e da Via Sardegna a Via Favalli, da Provinciale Sud a Via Breo e da Vicolo Cavour a Via Breo. Per due affossature che scorrono da Via Fogarine a Via Padova non si è ancora trovato l’accordo con il privato.
I lavori sui fossi comunali, per i quali il Comune ha previsto una spesa di 20.000 euro, sono stati affidati alla Ditta Compagno Emilio di Fossò e si concluderanno entro fine anno.
La progettazione esecutiva di interventi straordinari su affossature comunali per migliorare l'assetto idraulico di Sandon ed il deflusso dell'acqua da via Callesette verso lo scolo consortile Nuova Fossò è già in corso. Il bando regionale, al cui contributo è stato ammesso il comune di Fossò, prevede che sia la progettazione sia l'esecuzione delle opere, finanziate per 50.000 euro dal Comune e per 50.000 euro dalla Regione, saranno gestite dal Consorzio Bacchiglione.

 

Comunicato stampa di mercoledì 14 ottobre 2015: In Villa Caffrè grande successo di Maurizio Santamaria per il monologo “Il racconto del Vajont”.


Venerdì 9 ottobre, in ricordo della tragedia del Vajont, nel cortile di Villa Caffrè a Sandon, l'Amministrazione comunale in collaborazione con l'Associazione Centro Sperimentale Teatrale “Il Palco”, ha organizzato una serata dal tema “I corsi d'acqua: tesori che non devono diventare tragedie”.
Villa Caffrè, dimora veneziana del ‘600, recentemente messa in sicurezza dall'Amministrazione Boscaro, sita fra l'argine sinistro del Brenta e l'antico Medoacus ora Cornio, del quale si hanno notizie storiche fin dal 300 a.c. è stata scelta quale luogo simbolo per tale rappresentazione.
L'Amministrazione in questo luogo ha voluto sottolineare come sia urgente che il nostro territorio venga messo in sicurezza idraulica, dando più spazio all'acqua con il completamento dell'idrovia Padova-Mare, ed eseguendo la manutenzione straordinaria degli argini del Brenta.
Maurizio Santamaria, accompagnato alla chitarra da Dario Candelù, ha interpretato con grande trasporto e coinvolgendo il numeroso pubblico “Il racconto del Vajont” di Marco Paolini e Gabriele Vacis. Nelle due ore di monologo l’attore hanno ripercorso il dramma della diga del Vajont, che ha causato oltre 2.000 morti. Numerosi gli applausi a scena aperta e i complimenti del pubblico a fine serata.
 

Comunicato stampa di venerdì 9 ottobre 2015: Con l'autunno a Fossò sono riprese le attività dei laboratori gratuiti di informatica e programmazione

A Fossò dal 12 settembre scorso è iniziato un ciclo di tre eventi “CoderDojo”, i laboratori di informatica e programmazione gratuiti organizzati dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Fossò in collaborazione con la Pro Loco e l’Associazione Digiveneto a.p.s.
I laboratori sono rivolti a ragazzi dai 6 ai 13 anni, accompagnati da un genitore e muniti di computer. Durante i laboratori i mentor volontari, appassionati di informatica, insegnano, attraverso un linguaggio di programmazione semplificato, a costruire software utilizzando tecnologie gratuite. Nei laboratori viene promossa la competenza a programmare e la consapevolezza nell'uso responsabile delle tecnologie. Viene favorito un approccio aperto e creativo al coding, cioè alla programmazione, attraverso l'insegnamento del linguaggio didattico Scratch elaborando storie interattive, giochi e animazioni. Da quest'anno viene insegnato anche il linguaggio HTML, un linguaggio di codifica ipertestuale che viene utilizzato per creare pagine web.
Nella provincia di Venezia i primi laboratori sperimentali di informatica “CoderDojo” sono stati realizzati proprio a Fossò, nella primavera del 2014, dai mentor volontari dell'allora CoderDojo Club Fossò.
Il CoderDojo Club Fossò nei primi mesi del 2015 si è strutturato in Associazione di Promozione Sociale, con il nome di Digiveneto a.p.s. e ampliandone l ‘attività. Fino ad ora l’associazione ha organizzato in diverse città del Veneto 20 laboratori di informatica. Dalla scorsa primavera ha iniziato anche una collaborazione con l'Università Ca' Foscari e il prossimo 17 ottobre gestirà con la stessa Università un laboratorio CoderDojo nel centro storico di Venezia, presso il Campus Economico di San Giobbe.
All'evento del 12 settembre scorso hanno partecipato 40 ragazzi. I prossimi laboratori si terranno a Fossò, nella Casa Quartiero di Via IV Novembre 47, il 14 novembre e il 12 dicembre.

 
Comunicato stampa di lunedì 28 settembre 2015: “il Gruppo Arcobaleno festeggia i trent’anni di attività.

Ieri, domenica 27 settembre si è tenuta la festa per il trentennale dell’Associazione Parrocchiale Fossò “Gruppo Arcobaleno”. L’associazione, che dà aiuto e sostegno alle persone diversamente abili, ha festeggiato i trent’anni di attività con la Messa alle 10,30 celebrata a Sandon dal Parroco don Angelo e il pranzo sociale presso la Casa Quartiero di Fossò. Alla festa, che ha coinvolto più di cento persone, hanno partecipato il sindaco e la Giunta.
 
Comunicato stampa di venerdì 25 settembre 2015: Dal mese di settembre Fossò aderisce al “Progetto IN.TE.SE” dell'ULSS 13


Dal mese di settembre 2015 anche il Comune di Fossò, in considerazione della presenza nel proprio territorio di persone affette da demenza, aderisce al “Progetto Sollievo - IN.TE.SE”, un‘iniziativa a carattere regionale rivolta ai pazienti con una demenza in fase iniziale e alle loro famiglie.
Il progetto, promosso e finanziato con contributi specifici della Regione Veneto, sarà attivo da settembre 2015 a giugno 2016 presso il Centro Sollievo di Vigonovo, aperto due giorni la settimana, il lunedì e il giovedì dalle 9,00 alle 12,30.
Il progetto, che coinvolgerà al max. 20 pazienti, si articolerà in due percorsi, uno di attivazione socio-cognitiva per le persone affette da demenza e che si sostanzia in incontri settimanali della durata di 3 ore alla presenza di operatori qualificati e di volontari appositamente formati e uno psico-educazionale per i familiari con incontri mensili di gruppo.
I pazienti saranno inseriti in un ambiente accogliente dove è favorita la socializzazione e la stimolazione delle abilità residue con l'obiettivo di far mantenere loro il più a lungo possibile l'autonomia. Durante gli incontri i pazienti svolgeranno attività di gruppo, una specie di palestra per la mente, idonea a stimolare le attività residue e ad alimentare l'autostima. Si seguiranno percorsi di orientamento, di reminiscenza per riordinare i ricordi e di esercizio di facoltà quali il linguaggio e la memoria. Gli incontri si chiuderanno con una breve attività di ginnastica dolce. I familiari invece verranno supportati con incontri mensili che serviranno ad inquadrare la discrepanza tra l'idea che i familiari hanno delle manifestazioni della malattia e la realtà della loro causa, contemporaneamente le famiglie avranno anche un aiuto concreto e del tempo a disposizione per le loro esigenze.

 

Comunicato stampa di martedì 22 settembre 2015: Completati i lavori di ripristino della Piazza San Giacomo di Sandon.

La scorsa settimana sono stati completati i lavori, iniziati a fine agosto, di ripristino della piazza San Giacomo di Sandon, piazza su cui si affaccia la chiesa del ‘700 la canonica e la Scuola elementare “A. Volta”.

La ditta Formenton di Formenton Manuel di Fossò, affidataria dell’incarico per un importo complessivo di circa 20.000 euro, ha eseguito le opere di ripristino delle bettonelle della pavimentazione e delle fasce di marmo a contorno della piazza danneggiate dall’usura e dallo scorrere del tempo e sostituite con nuove lastre di marmo Giallo Vittoria dello spessore di 6 centimetri.

Piazza San Giacomo, finalmente curata, rinnovata ed abbellita viene così restituita alla comunità e torna ad essere il fulcro della vita sociale di Sandon.
 

Comunicato stampa di lunedì 17 agosto 2015: Straordinario consuntivo dell'attività del SERF 2015



Dal 29 giugno al 7 agosto si è svolta la 33a edizione del SERF 2015 (Super Estate Ragazzi Fossò), organizzata dal Comune e gestita in convenzione con la locale Associazione A.S.D. SMILE. In aumento il numero di bambini e ragazzi che, in periodi diversi, hanno partecipato alle varie attività. Sono passati da 328 dell'edizione 2014 a 363 di quest'anno. La gestione è stata garantita da 48 animatori, molto motivati e opportunamente formati, ai quali sono stati affiancati 14 apprendisti animatori.
Il tema conduttore è stato “SERF Express – Ai confini del mondo”, una definizione di viaggio ispirata alla frase di Marcel Proust “Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere occhi”.
Il progetto è stato mirato a far conoscere più culture, lingue, modi di pensare e vivere con l'obiettivo di far capire e accettare le diversità umane, in tutta la loro bellezza.

Il riferimento è stato il cartone animato Up ed il suo esploratore Russel, insieme al quale idealmente i ragazzi hanno viaggiato nei cinque continenti, cimentandosi poi nelle attività ludiche, artistiche e sportive con lingue, tradizioni, curiosità e piatti tipici del loro fantastico viaggio.
In tutto il periodo è stato garantito il servizio mensa utilizzato in media da 100 bambini e 15 animatori. Per i più piccoli era possibile fare il riposino pomeridiano in un'apposita aula attrezzata.
Rispetto al 2014 sono state organizzate più uscite. Particolarmente apprezzata è stata l’uscita con sette autobus in un’area attrezzata sul Nevegal che ha coinvolto i bambini di tutte le scuole, materne, primarie e medie. Una giornata all'aria aperta con il pranzo preparato dalla Pro Loco. Novità ammirata da tutti la tradizionale polenta gialla veneta, preparata in una grande “caliera” di rame e servita su un tagliere di oltre un metro di diametro.
Per la festa di chiusura gli animatori hanno organizzato sul giardino della scuola Elementare Guglielmo Marconi una rappresentazione con scene e danze etniche. Una grande festa a cui hanno partecipato 1.400 persone, fra bambini, animatori e pubblico, terminata con buffet e fuochi d'artificio.

 

Comunicato stampa di venerdì 7 agosto 2015: Casetta dell’acqua potabile. Ad un anno dall’installazione sono più di 135.000 i litri di acqua erogata

Ad un anno esatto dal 4 agosto 2014, giorno di inizio del funzionamento del distributore di acqua potabile microfiltrata e refrigerata, collocata nel giardino antistante il Centro Civico “Gaetano Muneratti” in Via Roma, si registra un buon gradimento da parte della popolazione e un consumo in crescita rispetto al consuntivo dei 58.000 litri erogati nei primi sei mesi di funzionamento.
Il consuntivo di un anno invece fa registrare più di 135.000 litri di acqua erogata, con un leggero vantaggio dell’acqua frizzante su quella naturale. Le bottiglie di plastica da un litro e mezzo risparmiate sono oltre 90.000, corrispondenti a 2.700 kg di plastica. Il tutto si traduce in un vantaggio per l’ambiente pari a 3.038 Kg di mancate emissioni di CO2.
Un buona pratica realizzata senza oneri a carico del Comune, e un buon servizio per i cittadini, di erogazione di acqua microfiltrata e refrigerata a costi contenuti.
Al distributore è possibile accedere sia con la tessera prepagata, sia con le monete da inserire nell’apposita gettoniera.
 
Comunicato stampa di martedì 14 luglio 2015: Previsti ad agosto i lavori per l'impianto elettrico della Scuola Elementare “Guglielmo Marconi” da realizzare con il contributo statale “Scuole Sicure”.

Il 24 giugno scorso il Comune di Fossò ha ricevuto la comunicazione N. Prot. SMES 0000199 P della Presidenza del Consiglio dei Ministri che l'intervento di messa in sicurezza dell'impianto elettrico della Scuola Elementare Guglielmo Marconi, ammesso a finanziamento nel 2014 nell'ambito del programma statale “Scuole Sicure”, può essere eseguito e riceverà un contributo di 51.600 euro su un costo totale di 73.000 euro.
La partecipazione del Comune di Fossò al Bando del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca risale ad ottobre 2013 con la presentazione di due progetti. Il primo per messa in sicurezza dell'impianto elettrico della Scuola Media Galileo Galilei; progetto ammesso a contributo a fine 2013 e realizzato nel 2014.
Il secondo progetto riguarda appunto la Scuola Elementare del capoluogo. Sarà messo in sicurezza l'impianto elettrico della scuola oltre che quello dell'annessa Biblioteca Comunale, prevista anche la sostituzione di 174 punti luce con lampade a Led. Il primo lotto di lavori, relativo ai 22.000 euro a carico dell'Ente Comunale, sono già stati realizzati. Per il secondo lotto sono in corso le procedure per l'assegnazione dei lavori che dovranno essere ultimati prima dell'inizio del nuovo anno scolastico.

 
Comunicato stampa di venerdì 19 giugno 2015: il Consiglio Comunale approva all'unanimità la convenzione di gestione associata, fra cinque comuni, del Servizio Ludoteca per il biennio 2015-2017. Fossò comune capofila


Il Consiglio Comunale di Fossò, nella seduta di sabato 13 giugno, ha approvato all'unanimità il nuovo schema di gestione associata del Servizio Ludoteca per il biennio 2015-2017.
Il Servizio Ludeteca nasce per iniziativa di più comuni della Riviera del Brenta nel 2006 come intervento mirato alla creazione e gestione di appositi spazi ludici, rivolti ai bambini ed agli adolescenti del territorio. I comuni interessati sono quelli di Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Dolo, Fossò e Vigonovo. Per il biennio 2015-2017 è Fossò il comune capofila che fa la staffetta con Campagna Lupia, capofila del biennio precedente. Il coordinamento, il controllo e la verifica del servizio, che sarà affidato ad una cooperativa individuata con selezione pubblica, farà capo al Settore Servizi Sociali di Fossò.
La gestione associata punta ad ottenere risultati sempre più positivi per i bambini e le loro famiglie; a promuovere in ambito sociale una cultura dell'infanzia e dell'adolescenza; a raggiungere, attraverso economie di scala, costi operativi contenuti e conseguenti risparmi per i comuni associati. Ogni comune svolge le attività da settembre a giugno dell'anno successivo con apertura minima di 37 settimane e 296 ore annue.
A Fossò le attività ludiche, molto apprezzate, si svolgono nel Centro Sociale in Via Roma e sono articolate in due spazi gioco gestiti ognuno da un educatore. Lo spazio gioco “Gira Gioca” rivolto ai bambini e ragazzi dai sei agli undici anni, aperto due pomeriggi a settimana, e lo spazio “Il Trenino”, dedicato ai bambini dai sei mesi ai tre anni, aperto una mattina a settimana.
 
Comunicato stampa del 18/06/2015 - Modifica orari di apertura al pubblico dell'Urp - Sportello Integrato "Si Cittadino" - luglio - agosto 2015

Si comunica che dal 29/06 al 29/08/2015 l'Urp - Sportello Integrato "Si Cittadino" modifica gli orari di apertura al pubblico come segue:
Lunedì, Mercoledì, Venerdì dalle 10,00 alle 13,00
Martedì e giovedì dalle 8,30 alle 13,00
Sabato dalle ore 9,00 alle ore 11,00
 
Comunicato stampa di martedì 16 giugno 2015: il Consiglio Comunale di Fossò conferma, per l'anno 2015, le aliquote TASI ed IMU applicate nel 2014

Il Consiglio Comunale di Fossò, nella seduta di sabato 13 giugno, ha approvato le aliquote IMU e le aliquote TASI.
Nonostante i minori trasferimenti dello Stato, che per il Comune di Fossò equivalgono ad un taglio di 140.000 euro, sono state confermate le aliquote in vigore nel 2014.
Per la TASI, Tributo Servizi Indivisibili, viene confermata l'aliquota del 2,1 per mille per le abitazioni principali e relative pertinenze, 1 per mille per tutti gli altri immobili. L'importo previsto in entrata della TASI nel 2015 è di 435.000 euro, pari ad una copertura del 71,90% dell'ammontare totale dei servizi indivisibili, 605.000 euro, stanziati nel bilancio preventivo approvato nella stessa seduta del Consiglio Comunale.
Per l'IMU sono state confermate le aliquote in vigore nel 2014 pari a 8,6 per mille per le seconde case, le aziende, i terreni agricoli, oltre che per le aree edificabili, i cui valori minimi rimangono immutati. Viene confermata inoltre l’applicazione dell’aliquota agevolata al 7,6 per mille nei casi di immobili concessi in uso gratuito a parenti di primo grado.
Il sindaco Federica Boscaro precisa: per il 2015 facciamo fronte al taglio dei trasferimenti statali grazie ad entrate straordinarie quali i dividendi distribuiti da Veritas e una quota di sanzioni degli anni precedenti che erano ferme in Unione dei Comuni. Per il prossimo anno, augurandoci che non ci siano altri tagli, contiamo sui risparmi energetici che andremo a realizzare con i nuovi impianti di illuminazione pubblica e di cogenerazione termica ed elettrica previsti nel piano delle opere pubbliche.
 
Comunicato stampa di giovedì 4 giugno 2015: il Comune di Fossò, in collaborazione con l'Associazione Sportiva Dilettantistica “Sandon Calcio a 5”, organizza, dal 6 al 19 giugno, la Festa dello Sport

Da sabato 6 giugno a venerdì 19 giugno 2015, a Fossò, all'interno del Parco Scolastico e degli annessi impianti sportivi, l'Associazione “Sandon Calcio a 5” in collaborazione con l'Amministrazione Comunale , organizza la prima edizione della Festa dello Sport. Partecipano alla festa le Associazioni Basket Riviera, Pallavolo Fossò, Uno A Cento, Mini-Mini Rugby, Tennis Fossò, Gruppo Arcobaleno, Aikido, Make it Funky, Protezione Civile Fossò.
Sabato 6 giugno, a partire dalle ore 16.00, sono previste varie attività: mini-mini rugby, tennis per bambini, Gruppo Arcobaleno, karate, aikido, ginnastica ritmica per bambini, show make it funky, aperitivo in vespa fra amici, maxi schermo per la finale di Champions League.
Nei giorni di giovedì 11, venerdì 12, giovedì 18 e venerdì 12 giugno, dalle ore 19.00 sono previste attività di zumba, difesa personale, beach tennis, camminate in amicizia, kick boxing, urban country, minibasket.

Previste serate con beach volley e con torneo di calcio a 5.

Venerdì 19 giugno serata finale. Dalle 19.00 alle 20.30 con il Gruppo Arcobaleno. Dalle 20.00 salsa con la Scuola “Explosion de Cuba”. Dalle 20.30 finale torneo di calcio a 5 “Amici di Sandon”

Durante la festa funzionerà uno stand gastronomico con panini, bibite e patatine fritte.

Nella serata finale menu proposto dalla Pro Loco Fossò su ordinazione.
 
Comunicato stampa di venerdì 22 maggio 2015: martedì 26 maggio e giovedì 28 maggio alle 20.45 l'Assessorato alla Cultura del Comune di Fossò e la Biblioteca Comunale presentano due libri


“La Biblioteca Incontra...”. L'Assessorato alla Cultura del Comune di Fossò e la Biblioteca Comunale presentano due autrici.
Martedì 26 maggio, nella Biblioteca Comunale di Fossò alle 20.45, incontro con Giulia Andretta, la giovane autrice del libro “In cammino verso il sole”. Autobiografia di chi ha vissuto sulla propria pelle il dramma dell'anoressia. Interviene la dott.ssa Anna Poppeo, Psicologa Psicoterapeuta Responsabile del Centro Giano di San Giorgio delle Pertiche.
Giovedì 28 maggio, nella Biblioteca Comunale di Fossò alle 20.45, incontro con Roberta Sorgato, autrice del libro “Cuori nel Pozzo” - Belgio 1956 – Uomini in cambio di carbone”. Le miniere del Belgio, disertate dai residenti, spalancano le porte ad un esercito di disperati che lasciano il loro paese con nel cuore e nella mente solo il desiderio di tornare. Sullo sfondo l'Italia devastata dalla guerra.
 
Comunicato stampa di martedì 19 maggio 2015: inizia il 23 maggio la Rassegna Teatrale 2015

Il Comune di Fossò, in collaborazione con l’Associazione Centro Sperimentazione Teatrale “Il Palco” e la Pro Loco Fossò, organizza una rassegna teatrale all'aperto nel giardino della sede della Pro Loco “Casa Quartiero” in Via IV Novembre.
Quattro gli spettacoli in programma. Una trilogia di commedie e uno spettacolo di cabaret.
Si inizia il 23 maggio con una Commedia di Carlo Goldoni, “Donne di Buonumore”, rappresentata dall’Associazione Culturale “Amici del Teatro” di Pianiga.
Il 14 giugno andrà in scena una Commedia di Oreste De Santis, “Io, Alfredo e Valentina”, rappresentata dall’Associazione Culturale “Tuttinscena” di Trebaseleghe.
Il 20 giugno chiude la trilogia la commedia di Vittorio Amandola “Interno con limoncello”, rappresentata dall’Associazione Culturale “C.S.T. Il Palco” di Dolo.
L'inizio delle tre commedie è alle ore 21.00 e il costo del biglietto è di cinque euro, gratuito per i bambini sotto i 12 anni.
Il 28 giugno, alle ore 20.00, chiude la rassegna lo spettacolo di cabaret “A semaforo spento o lampeggiante” con il cabarettista veneto Rudi Zugno. La serata sarà intervallata da aperitivo e buffet a cura della Pro Loco Fossò. Biglietto 15 euro. Prenotazioni c/o Ferramente Rovoletto Fossò e Monetti Fergarden Sandon.
 
Comunicato stampa di martedì 5 maggio 2015: il progetto per il contenimento del fenomeno dell'inquinamento luminoso del Comune di Fossò, del valore di 150.000 di euro, è stato ammesso al finanziamento regionale e riceverà un contributo di 100.000 euro


Il Comune di Fossò ha partecipato al bando indetto dalla Regione Veneto con Delibera 2025/2014 che stabiliva “Nuovi criteri per l'erogazione dei contributi da concedere ai Comuni che promuovono interventi per il contenimento dell'inquinamento luminoso”. Un criterio vincolante era la vigenza del PICIL, Piano dell'Illuminazione per il contenimento Lumioso”, che il Consiglio Comunale di Fossò aveva approvato all'unanimità il 27 novembre 2014.
La graduatoria è stata pubblicata sul Bur n. 36 del 10/04/2015 e Fossò rientra fra i comuni ammessi al contributo per un finanziamento di 100.000 euro su un progetto dal valore di 150.000 euro.
Il progetto è stato impostato per eliminare 100 lampade ai Vapori di Mercurio, che sono quelle a più alto consumo energetico e, per omogeneità di intervento, 7 lampade agli Alogenuri Metallici e 13 al Sodio Alta Pressione.
I 120 punti luce oggetto di intervento, che diventano 94 in quanto vengono sostituiti 26 corpi illuminanti a doppia sfera, sono quelli di: Via Pisani, Parco di Via Don Giovanni Bosco, un tratto di Via XXV Aprile, Via Fiume, Via Pola, Via Papa Luciani, Via Cartile, Via Udine, Via Trieste, Via Pordenone, Via Treviso e Via Bolzano. I nuovi corpi illuminanti, sono tutti con tecnologia LED ed idonei ad essere gestiti a distanza. Vengono inoltre sostituiti 8 pali di sostegno e altri 23 saranno riverniciati.
Dei cinque quadri elettrici interessati, saranno mantenuti i tre del capoluogo, già dotati di interruttore crepuscolare e di interruttore orario digitale, mentre i due della frazione di Sandon saranno sostituiti per adeguare la tecnologia al controllo e regolazione a distanza. Saranno sostituiti anche oltre il 70% dei cavi elettrici.
La potenza totale delle attuali lampade è pari a W 13.030. Con le nuove lampade a LED scenderà a 3.525 W e la riduzione di energia consumata sarà del 71,2%. La riduzione di consumo energetico stimata su base annua è di 40.055 kWh/a, corrispondente a 13,30 tonnellate di minori emissioni di CO2.
Dichiara il Vicesindaco Maurizio Lunardi: questo progetto corrisponde ad un primo stralcio degli interventi previsti dal PICIL sull’illuminazione stradale. È importante perché contribuisce a migliorare l'ambiente, i cittadini avranno un'ottima un'illuminazione stradale e l’Amministrazione avrà un risparmio sulla bolletta energetica.



 
Comunicato stampa di giovedì 30 aprile 2015: il progetto di riqualificazione energetica del polo scolastico del Comune di Fossò, del valore di 1.500.000 di euro, è stato ammesso al finanziamento del “Programma attuativo regionale del fondo per lo sviluppo e la coesione 2007/2013” e riceverà un contributo di 1.200.000 euro

Gli esiti istruttori e la graduatoria delle domande ammesse a finanziamento del bando della Regione Veneto "Programma attuativo regionale del fondo per lo sviluppo e la coesione 2007/2013. Attuazione asse prioritario 1-atmosfera ed energia da fonte rinnovabile. Linea di interventi 1.1: riduzione dei consumi energetici ed efficientamento degli edifici pubblici”, DGR n. 1421 del 5 agosto 2014, sono stati approvati il 21 aprile.
La comunicazione al Sindaco Federica Boscaro dell'ammissione a contributo di 1.200.000 euro del progetto di riqualificazione energetica del polo scolastico del Comune di Fossò, su un valore complessivo di 1.500.000 di euro, è stata data direttamente dall'Assessore Regionale Massimo Giorgetti, con la precisazione che nei prossimi giorni provvederà a far pervenire una nota scritta degli uffici regionali con le indicazioni utili per il seguito della procedura e la successiva erogazione del contributo assegnato.
La riqualificazione energetica del polo scolastico è l'azione più impegnativa prevista nel PAES, Piano di Azione per l’Energia Sostenibile, approvato all'unanimità dal Consiglio comunale il 30 settembre 2014. Il progetto preliminare è stato messo a punto in tempi rapidi, dal Perito Industriale Massimo Cavallaro dello Studio PROGIMP di Solesino (PD), per consentire la partecipazione del Comune di Fossò al bando della Regione Veneto, in scadenza il 22 ottobre successivo.
Il progetto prevede la realizzazione di un impianto di cogenerazione di energia termica ed elettrica. L'energia elettrica viene prodotta utilizzando il calore di scarto generato dalle caldaie a gas durante la produzione di energia termica. Sul tetto dell'edificio che ospiterà l'impianto è prevista l'installazione di pannelli fotovoltaici, sono inoltre previste 10 sonde geotermiche ed una vasca a doppia intercapedine per recuperare il calore dei reflui degli spogliatoi del Palazzetto dello Sport.
L'impianto è tarato per coprire il fabbisogno termico, elettrico e di acqua sanitaria di tutto il polo scolastico che comprende la Scuola Media e la Scuola Elementare con le due relative palestre, il Palazzetto dello Sport e, in prospettiva, anche l’Asilo Nido non ancora realizzato. Il previsto surplus di energia elettrica coprirà il fabbisogno degli altri edifici pubblici comunali e di parte dell'illuminazione pubblica, mediante un contratto di scambio sul posto con l'Enel.
Ai fini del risparmio energetico il progetto prevede anche la coibentazione delle due palestre delle Scuole Elementari e Medie, oltre che del Palazzetto dello Sport.
Le emissioni di CO2 che saranno evitate sono quantificate in circa 112,80 tonnellate annue.
Dichiara il Sindaco Federica Boscaro: è da due anni che lavoravamo a questo progetto. Alla necessità improrogabile di sostituire gli impianti di riscaldamento obsoleti degli edifici scolastici, abbiamo abbinato la filosofia del PAES sul risparmio energetico per un ambiente più sano. Questa azione è la più importante fra quelle previste dal PAES e contiamo anche sul consistente risparmio economico che ne deriverà per continuare a garantire servizi di qualità nel nostro Comune.


 

Comunicato stampa di martedì 21 aprile 2015: domenica 26 aprile 2015 a Fossò inaugurazione della statua in marmo del Leone di San Marco

Domenica 26 aprile 2015 alle ore 10.30, nel giardino all'angolo tra Via XXV Aprile e Via Roma, è prevista l'inaugurazione di una statua in marmo del Leone di San Marco.
La statua, dalle dimensioni di cm. 180 x cm. 55 x cm. 105, è stata scolpita dallo scultore Carlo Mazzetto nella Bottega Arti & Mestieri in Fossò e rappresenta il Leone di San Marco con libro aperto, nell'intento di aprire le ali e poggia sulle onde ad indicare il possesso del mare come nelle antiche interpretazioni.
La statua è stata commissionata allo scultore e donata alla Città di Fossò da un locale comitato promotore di cittadini, quale simbolo della Venezianità del territorio e di una cultura e storia millenaria della quale tutti veneti, e non solo i veneti, sono eredi. Di grande significato inoltre la posizione di pace della statua del Leone.
La cerimonia di inaugurazione prevede un discorso del Sindaco Federica Boscaro e, a seguire, gli interventi del Presidente dell'Associazione dei Cavalieri di San Marco Dr. Giuseppe Vianello e del Prof. Giuseppe Boscaro della Sezione di Fossò, oltre che un intervento del critico d'arte Gabriella Niero.
A conclusione la Pro Loco offre un brindisi a tutti gli intervenuti.
 
Comunicato stampa di venerdì 17 aprile 2015: martedì 21 aprile 2015 in Biblioteca Comunale presentazione “Noi eravamo….. Fossò e la Resistenza”

Martedì 21 aprile 2015, alle ore 20.45 presso la Biblioteca Comunale di Fossò, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Fossò e la locale sezione dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia promuovono, nell’ambito delle manifestazioni di commemorazione per il 70° Anniversario della “Festa della Liberazione 1945 – 2015”, un incontro sul tema “Noi eravamo…. Fossò e la Resistenza”.
Saranno letti brani tratti dal libro “Una stele per Romeo Iseppetto” che tratta della storia della Resistenza nella Riviera del Brenta, in particolare quelli del capitolo “Per una storia della Resistenza a Fossò“, che raccoglie ricordi e racconti locali.
All’evento sono state invitate le famiglie dei cittadini di Fossò che furono coinvolti, in qualità di partigiani e/o giovani patrioti, nella lotta per la Liberazione dall’occupazione nazi-fascista.
L'introduzione storica sarà curata dal Prof. Maurizio Angelini, Coordinatore Regionale ANPI Veneto.
La lettura dei brani sarà introdotta e accompagnata dalle voci della “Corale Armonia Mundi” di Noventa Padovana.

 
Comunicato stampa di venerdì 10 aprile 2015: il Comune di Fossò invia una memoria scritta alla Regione Veneto sul completamento dell’idrovia Padova - Venezia

In risposta alla lettera della Regione Veneto del 12 febbraio 2015, con oggetto “Progettazione preliminare per il completamento dell'Idrovia Padova – Venezia come canale navigabile di Va Classe per navi fluvio marittime tipo Sormovskiy con funzione anche di scolmatore del Fiume Brenta con portata di 350 mc/sec - Conferenza di servizi Preliminare” a firma dell'Assessore all'Ambiente Arch. Maurizio Conte, con la quale “si invitano, sin da ora, tutti i portatori di interessi pubblici o privati a fornire i propri contributi sotto forma di memoria scritta....”
Il Comune di Fossò, il 19 marzo 2015, con Delibera di Giunta N. 27, ha approvato la seguente memoria scritta da inviare alla Regione Veneto - Dipartimento Difesa del Suolo e Foreste:
Viene apprezzata l'indicazione data dalla Regione Veneto nel bando di gara per l'affidamento del servizio di progettazione preliminare del completamento dell'Idrovia Padova – Venezia come canale navigabile di Va classe con funzione anche di scolmatore per le piene del fiume Brenta.
Circa la funzione di navigabilità dell'idrovia è indispensabile progettare una tipologia di battelli idonea alla navigazione fluvio marittima in sinergia con la progettazione dei sistemi e dei mezzi di movimentazione delle merci del porto off shore previsto al largo di Venezia.
Per quanto riguarda la funzione di canale scolmatore si ritiene insufficiente l'ipotesi di una portata di 350 mc/sec. Siamo infatti in presenza di un elevato rischio idraulico connesso al sistema rappresentato dai Fiumi Brenta e Bacchiglione, rischio aggravato dai cambiamenti climatici in atto. Per migliorare la sicurezza idraulica dei territori compresi fra Padova ed il mare, e quindi proteggere le persone, i beni e le attività presenti, si richiede che la portata dell'idrovia sia progettata per scolmare 400/450 mc/sec.
Si chiede inoltre che la progettazione sia realizzata prevedendo che l'idrovia possa essere utilizzata, con idonei impianti di sollevamento, nei casi di emergenza allagamenti indotti da intense piogge locali. Un veloce smaltimento delle acque in eccesso rispetto alla capacità di invaso e di deflusso della rete idraulica minore proteggerebbe tutta la Riviera del Brenta e rappresenta per Fossò la soluzione vera per fronteggiare le piogge che scaricano sul territorio grandi masse d'acqua in tempi molto brevi.

 
Comunicato stampa di mercoledì 8 aprile 2015: il Comune di Fossò presenta alla cittadinanza il nuovo parco per cani che sarà inaugurato sabato 11 aprile.

Venerdì 10 aprile alle 20.45 presso la Sala Convegni “G. Muneratti” in via Roma 60 l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Fossò convoca un incontro pubblico sul tema “Realizzazione Parco dei cani – Per un nuovo stile di vita del tuo cane”. Il giorno successivo, sabato 11 aprile alle ore 11.00 è prevista l’inaugurazione del parco situato in via Roverelli.
Il parco è stato realizzato in un’area verde di circa 1.200 mq vicino al Palazzetto dello Sport Palarcobaleno. È stata recintata e dispone di zone ombreggiate da alberi di alto fusto ed è accessibile da un cancello collocato dal lato di Via Roverelli, al suo interno sono state collocate tre panchine a disposizione degli accompagnatori e un cestino completo di sacchetti per la raccolta della deiezione dei cani.
L'operazione ha un costo molto contenuto, 1.880 euro che sono stati utilizzati per l'acquisto dei materiali necessari per eseguire i lavori di recinzione, quali pali in legno, rotoli di rete e filo plastificato, un cancello zincato. La recinzione e gli altri lavori sono stato eseguiti in economia dai dipendenti comunali con l'aiuto di alcuni volontari.
Viene così data risposta alle richieste avanzate da numerosi cittadini e alla constatazione che nel territorio vi è un fenomeno in crescita costituito dal possesso e dalla cura di animali da compagnia, in particolare il cane. Un'area riservata per avere a disposizione per gli amici a quattro zampe un' “area di sgambamento”, oltre che un posto sicuro per socializzare con altri cani. Un'area che oltre a favorire la socializzazione fra cani, favorisce anche quella fra i loro proprietari. Non solo, perché osservando il comportamento del proprio cane con gli altri cani, i proprietari imparano a gestirlo in pubblico.
A tutto ciò si aggiunge anche un motivo molto pratico di igiene e di decoro dei marciapiedi e dei giardini comunali, compresi i parchi giochi dei bambini. Dichiara il Sindaco Federica Boscaro: “nonostante le previsioni sanzionatorie del regolamento comunale per chi non raccoglie le feci del proprio cane, i cestini muniti di appositi sacchettini posti in più punti del comune e gli appelli ai cittadini, si registrano ancora casi di mancato rispetto di questa semplice regola. Mi auguro che questa iniziativa contribuisca a sensibilizzare tutti i cittadini e inneschi anche un controllo sociale sul diritto ad un ambiente pulito, a partire dagli spazi riservati ai bambini”.
All'ingresso dell'area sarà affisso il regolamento, dove oltre ad orari e regole che comunque valgono per tutto il territorio, saranno riportate anche indicazioni di buonsenso come quella di non entrare mai in nell'area con cibo o giocattoli per cani, perché il litigio per il possesso delle risorse è la causa più comune delle risse fra i più fedeli amici dell’uomo.
 
Comunicato stampa di mercoledì 25 marzo 2015: Fossò partecipa alla nona edizione dell’iniziativa internazionale “Ora della Terra”

Il 28 marzo 2015 l’Amministrazione Comunale di Fossò partecipa alla nona edizione dell’iniziativa internazionale “Ora della Terra” (Earth Hour), in tema di clima ed energia.
Si tratta di un evento internazionale nato in Austraulia con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sulla necessità di mettere in atto comportamenti e politiche di mitigazione dei cambiamenti climatici, risparmio energetico e riduzione dell’inquinamento luminoso.
L’evento prevede un gesto semplice ma concreto di spegnere la luce per un’ora dalle 20.30 alle 21.30, attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico fino alle coste atlantiche, nel giorno stabilito, ossia il 28 marzo. Quest’anno l’iniziativa è caratterizzata da un messaggio che valorizza il ruolo centrale delle persone: “Change Climate Change – Use your power”.
Il Comune di Fossò partecipa con lo spegnimento simbolico dei fari della torre di Piazza San Bartolomeo e invita i cittadini a partecipare a loro volta con lo spegnimento di quante più luci possibili.
 
Comunicato stampa di martedì 24 marzo 2015: Nuovo ciclo di laboratori CoderDojo presso la Casa Alloggio “F.lli Quartiero”

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Fossò in collaborazione con la Pro Loco Fossò e con l’Associazione Digiveneto a.p.s., organizza per l’anno 2015 un ciclo di cinque laboratori di informatica e programmazione gratuito per bambini/ragazzini dai 6 ai 12 anni. Il primo laboratorio avrà luogo sabato 28 marzo dalle 9.00 alle 12.00 nella Casa Alloggio “F.lli Quartiero” in via IV Novembre 47.
I primi laboratori sperimentali gratuiti di informatica CoderDojo della provincia di Venezia sono stati realizzati a Fossò nel 2014, grazie alla collaborazione del “DojoClub Fossò”, ora Associazione Digiveneto a.p.s, con l’Amministrazione Comunale.

Il movimento internazionale no-profit CoderDojo nasce in Irlanda nel 2011con la finalità di insegnare a sviluppare applicazioni e videogiochi. È introdotto in Italia nel 2013 da mentor volontari, appassionati di informatica, per insegnare ai bambini un linguaggio di programmazione semplificato, con tecnologie gratuite. Durante i CoderDojo, in genere, si insegna il linguaggio di programmazione didattico Scratch. Ogni bambino che partecipa al laboratorio di informatica è accompagnato da un genitore e munito di proprio computer.
 
Comunicato stampa di giovedì 19 marzo 2015: dal Comune di Fossò un nuovo servizio per il pagamento di IMU e TASI

Nel 2014 l'Ufficio Tributi del Comune di Fossò ha fornito alla cittadinanza un supporto, gratuito, alla compilazione dei moduli per il versamento dell'IMU e della TASI. Solo per la scadenza dello scorso dicembre sono state evase 1.600 pratiche per un totale di oltre 1.200 contribuenti.
In vista del prossimo 16 giugno, scadenza per il versamento degli acconti IMU e TASI, l'Ufficio Tributi si sta organizzando per semplificare ulteriormente l'adempimento a carico dei cittadini.
Ai 1.200 contribuenti per i quali era stata calcolata la posizione tributaria, saranno inviati a domicilio i moduli F24 già compilati e pronti per essere presentati in posta o in banca.
Gli altri contribuenti potranno invece avvalersi dell'assistenza dell'Uffici Tributi, nei giorni di martedì e giovedì, e ricevere il conteggio gratuito direttamente allo sportello. Questi cittadini a loro volta riceveranno, per il saldo di IMU e TASI previsto per il 16 dicembre, i moduli già compilati a domicilio.
L'amministrazione sottolinea che grazie all'impegno ed alla disponibilità dei dipendenti, anche oltre il normale orario di lavoro, i servizi del comune sono sempre più efficienti, più semplici e spesso, come nel caso dei conteggi di IMU e TASI, fanno risparmiare tempo e denaro ai cittadini.
 
Comunicato stampa di martedì 10 marzo 2015: Un nuovo progetto dell'Assessorato ai Servizi Sociali rivolto ai genitori con figli dai 6 ai 14 anni

Prende avvio con uno spettacolo, giovedì 12 marzo alle ore 20.30 nella Sala Convegni Gaetano Muneratti in Via Roma 60, il nuovo progetto di laboratori formativi “Educare Insieme – Dialoghi intorno all'educazione affettiva”, organizzato dall'Assessorato ai Servizi Sociali in collaborazione la Cooperativa Sociale Onlus “La Bottega dei Ragazzi”. L’obiettivo di tale progetto è di favorire l’incontro-confronto tra genitori che hanno figli della stessa età su tematiche inerenti la crescita dei figli e la relazione con loro, con particolare riferimento alla dimensione dell’affettività e della sessualità.
Lo spettacolo realizzato con il duo comico “Fabio & Pier” adotta un format che prevede l’alternarsi di sketch comici coordinati dal presentatore-conduttore, il quale intervista non solo i genitori presenti tra il pubblico ma anche lo psicologo presente in scena. Tale modalità permette ai genitori di avere spunti di riflessione sulle tematiche proposte e di suggerire i focus tematici su cui lavorare nella fase successiva.
A partire dalle domande emerse nel corso dello spettacolo saranno svolti dalle Dott.sse Monica Coppola e Fabiana Guardi due cicli di laboratori tematici per gruppi omogenei di genitori. Un primo ciclo, rivolto ai genitori con figli dai 6 agli 11 anni, si svolgerà nelle giornate di mercoledì 18 marzo, 8 e 22 aprile mentre un secondo ciclo, rivolto ai genitori con figli dagli 11 ai 14 anni nelle giornate di mercoledì 25 marzo, 15 e lunedì 27 aprile dalle 20.30 alle 22.30, sempre presso la Sala Convegni in via Roma.
La tematica dell’affettività e della sessualità rappresenta ancora oggi per gli adulti un argomento delicato, perché richiama il tema dell’intimità, propria e altrui, e ha a che fare con cambiamenti che incidono sulla crescita e lo sviluppo di bambini e ragazzi e di conseguenza sulle relazioni tra loro e gli adulti di riferimento. Inoltre, nel tempo attuale, l’utilizzo di strumenti, quali cellulari, tablet, pc e la facilità con cui si entra in contatto con enormi quantità di informazioni rappresentano un ulteriore elemento di complessità nel saper individuare il confine tra opportunità e rischio, tra bisogno di conoscere per capire e la curiosità morbosa, tra il desiderio di essere visti e riconosciuti e l’esposizione di sé.
I laboratori intendono dunque aiutare i genitori nella gestione delle diverse fasi di crescita dei figli e della famiglia nel suo complesso, promuovendo il confronto e la condivisione di strategie educative.



 
Comunicato stampa di giovedì 6 marzo 2015: Approvato in Consiglio Comunale il piano finanziario e le tariffe della TARIP

Il Consiglio Comunale di Fossò, nella seduta del 4 marzo, ha approvato il piano finanziario, le tariffe ed alcune modifiche al regolamento della TARIP, tariffa rifiuti puntuale.
Il pagamento della prima rata è stata spostata da marzo ad aprile, le due successive si pagheranno a luglio e novembre. La media di raccolta differenziata del 2014 si è attestata sul 78,2%.
Le tariffe per il 2015 diminuiranno mediamente di circa il 6% per le utenze domestiche e di circa il 19% per le utenze non domestiche. Un risultato reso possibile dalla riorganizzazione del servizio di asporto rifiuti avviata a fine 2012 e che già nel 2013 aveva visto le tariffe in calo del 5% per le utenze domestiche e dell'8% per le utenze non domestiche. Nel 2014 le utenze domestiche hanno usufruito di premialità fino al 3% di sconto, mentre quelle non domestiche hanno iniziato a detrarre il 10% di IVA.
Per il rifiuto secco sono stati stabiliti, rispetto al massimo di 26 annuali, le quantità di svuotamenti standard che rientrano all'interno della tariffa fissa. Sono stati fissati 10 svuotamenti per nuclei familiari con uno e due componenti, 14 per nuclei con tre e quattro componenti, 16 per cinque componenti e 18 per sei o più componenti. Gli eventuali svuotamenti aggiuntivi andranno ulteriormente addebitati e verranno aggiunti alla parte variabile della tariffa.
Viene confermato il servizio, istituito nel 2014 e molto apprezzato, della raccolta differenziata di pannolini e/o pannoloni per famiglie con bambini piccoli o persone non autosufficienti, realizzato con il posizionamento di appositi contenitori, accessibili con badge. Dichiarazione del vicesindaco Maurizio Lunardi “grazie all'impegno, alla collaborazione ed anche ai suggerimenti della cittadinanza abbiamo raggiunto risultati importanti che contiamo di migliorare ancora. Per questo invitiamo i cittadini a segnalare sempre eventuali nuove esigenze o disservizi”
 
Comunicato stampa di martedì 3 Marzo 2015: un successo la casetta per la distribuzione dell'acqua potabile, 58.000 litri di acqua erogata in poco più di sei mesi

Il distributore di acqua potabile microfiltrata e refrigerata, in funzione da agosto 2014 nel giardino antistante il Centro Civico “Gaetano Muneratti” in Via Roma, è divenuto un abituale punto di approvvigionamento per circa 450 famiglie del territorio, tante sono le tessere prepagate vendute nella vicina tabaccheria.
I 58.000 litri di acqua erogata, equamente suddivisi fra naturale e frizzante, hanno fatto risparmiare oltre 1.100 Kg di bottiglie di plastica, corrispondenti a circa 1.300 Kg di mancate emissioni di CO2.
Un buon risultato in quanto è stato messo a disposizione dei cittadini un servizio a costi contenuti, 4 centesimi al litro per l'acqua naturale e 7 per l'acqua gassata, e si è realizzata una buona pratica a favore di un ambiente più vivibile. Si è infatti contribuito a ridurre i rifiuti costituiti dalle bottiglie vuote, oltre che ridurre i consumi necessari a produrre e movimentare acque imbottigliate.
Il distributore è dotato anche di gettoniera per chi vuole usufruire del servizio senza acquistare la tessera prepagata.
 
Comunicato stampa di lunedì 02 Marzo: Fossò sarà dotato di un impianto di videosorveglianza con telecamere traccianti a scopo di prevenzione e contrasto della criminalità

Lo scorso 19 febbraio la Giunta dell'Unione dei Comuni “Città Riviera del Brenta” ha dato il via libera ad un investimento di 146.500 euro per potenziare gli impianti di videosorveglianza. È previsto il potenziamento del server, collocato a Dolo, che raccoglie tutti i dati dei Comuni dell’Unione, nonché la realizzazione di cinque varchi, di cui uno a Dolo e quattro a Fossò, per l'installazione di telecamere traccianti. Il progetto approvato prevede una spesa di 100.000 euro per gli interventi nel Comune di Fossò e 46.500 euro per gli interventi nel Comune di Dolo.
Il progetto è stato messo a punto attraverso un lavoro concertato fra le Amministrazioni Comunali di Dolo e Fossò, il Comandante dei vigili Urbani dell’Unione dei Comuni ed i Comandi della Tenenza dei Carabinieri di Dolo e della Stazione di Vigonovo.
La dimensione dell'impianto in fibra ottica per la gestione delle banche dati è già stato calibrato per consentire l'allacciamento degli impianti di videosorveglianza di tutti i Comuni dell'Unione.
Le telecamere scelte sono in grado di fare il tracciamento automatico, in sostanza sono in rete con le banche dati delle forze dell'ordine e rilevano e segnalano in tempo reale il passaggio sul territorio di auto rubate, sia italiane che straniere, oltre che targhe di auto prive di assicurazione. Questo sistema permetterà quindi di realizzare una più efficace azione di prevenzione e contrasto della criminalità.
Per il posizionamento delle telecamere a Fossò sono stati individuati quattro varchi strategici per il controllo dei veicoli in transito sul territorio comunale.
Dichiara il sindaco Federica Boscaro: “siamo stati informati che il controllo dei veicoli in transito sul territorio di Fossò è particolarmente importante per la sicurezza di tutta la Riviera del Brenta. Un vero e proprio snodo in quanto al centro del capoluogo si intersecano due strade provinciali che percorrono tutto il comune, una che collega Padova con la statale Romea e una che collega Piove di Sacco con la statale Padova-Venezia”
Sono attualmente in corso anche contatti e scambi di informazioni con le associazioni imprenditoriali per verificare la possibilità di implementare il sistema di videosorveglianza attraverso progetti convergenti o, meglio ancora, comuni. Nel frattempo il progetto è stato accolto con entusiasmo dai presidenti delle associazioni imprenditoriali ai quali è stato presentato.

 
Comunicato stampa di giovedì 12 febbraio 2015: Fossò aderisce alla campagna internazionale per il riconoscimento del diritto alla pace.

Il Consiglio Comunale di Fossò, nella seduta del 9 febbraio scorso, ha deliberato all'unanimità l’adesione all’iniziativa assunta dal Consiglio Diritti Umani dell’Onu tesa a predisporre una Dichiarazione delle Nazioni Unite sul Diritto alla Pace, aderendo e impegnandosi a partecipare attivamente alla Campagna Internazionale per il riconoscimento del diritto umano alla pace promossa dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, dal Centro di Ateneo per i Diritti Umani e dalla Cattedra Unesco Diritti Umani, Democrazia e Pace dell'Università di Padova e dalla Rete della PerugiAssisi.

Considerata l'interdipendenza e indivisibilità di tutti i diritti umani – economici, sociali, civili, politici, culturali - tutti i Consiglieri hanno condiviso con il Sindaco la preoccupazione per il persistente dilagare di guerre e conflitti e l'auspicio di Papa Francesco affinché “si possa giungere all'effettiva applicazione nel diritto internazionale del diritto alla pace, quale diritto fondamentale, pre-condizione necessaria per l'esercizio di tutti gli altri diritti”.

Considerato inoltre che nel 100° anniversario dello scoppio della prima guerra mondiale è indispensabile l'avvio di una capillare mobilitazione per cancellare il funesto diritto degli stati di fare la guerra e inaugurare l'era del diritto alla pace; consapevole che pace sociale e pace internazionale sono fra loro interdipendenti e indissociabili come proclama l'articolo 28 della Dichiarazione universale dei diritti umani: “Ogni individuo ha diritto a un ordine sociale e internazionale nel quale i diritti e le libertà fondamentali possono essere pienamente realizzati”; il Consiglio Comunale di Fossò si è impegnato: a sostenere l'iniziativa del Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite tese a riconoscere la pace quale diritto fondamentale della persona e dei popoli; a chiedere al Parlamento e al Governo italiano di partecipare attivamente alla messa a punto del testo della Dichiarazione e di attivarsi presso le istituzioni dell'Unione Europea e i governi degli stati membri affinché adottino una posizione comune favorevole all'iniziativa.
 
Comunicato stampa di venerdi’ 16 gennaio 2015: a Fossò rinnovato il progetto lavoro per tre lavoratori più uno con voucher

Dopo la positiva esperienza realizzata nel 2014 con l'inserimento lavorativo di tre cittadini assunti per sei mesi, anche nel 2015 il Comune di Fossò aderisce ed in parte finanzia il Progetto Lavoro.
Il progetto è stato presentato alla Regione Veneto da sedici Comuni della Riviera del Brenta e del Miranese, fra i quali il Comune di Fossò, per dare una risposta lavorativa, e non assistenziale, a cittadini over 35, seguiti e segnalati dai servizi sociali, privi di reddito e di ammortizzatori sociali.
Al progetto compartecipano i Comuni interessati, la Regione Veneto, le Caritas di Treviso, di Venezia e di Padova, la Banca Santo Stefano Credito Cooperativo di Martellago, la Fondazione Riviera Miranese. L'intero progetto vale 400.000 euro di cui 300.000 finanziati dalla Regione Veneto e in totale saranno assunte 70 persone per 5 mesi. A Fossò sono tre i cittadini assunti ai quali si aggiunge un rapporto lavorativo con vaucher.
Il coordinamento del progetto è stato affidato a Confcooperative/Federsolidarietà ed il soggetto attuatore è la Cooperativa Sociale Primvera.
A Fossò l'inserimento lavorativo è in affiancamento ai dipendenti comunali e le mansioni assegnate sono prevalentemente quelle di manutenzione e cura del patrimonio comunale.