Piazza Marconi, 3 - 30030 Fossò (VE), tel. 0415172311 - fax 0415172310


dove mi trovo :   Informazioni  -  comunicati stampa  -  comunicati stampa 2018

Comunicato stampa di mercoledì 7 febbraio 2018: A Fossò, grazie al 5 x mille, al via un progetto innovativo rivolto agli adolescenti sulle relazioni affettive.

Dal prossimo 11 febbraio l’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Fossò darà avvio ad un innovativo progetto che prevede un percorso formativo ed informativo a favore di ragazzi e ragazze dagli 11 ai 15 anni, sul tema delle relazioni affettive.
Agli adolescenti si propone, con programmazione in orario pomeridiano domenicale, una rassegna di cineforum che si svilupperà in sei incontri bimensili, coordinati da un operatore esperto nel lavoro con gruppi giovanili.
I film proposti, che saranno lo spunto di partenza per gli argomenti di condivisione, affronteranno l’affettività negli adolescenti, nei loro rapporti tra pari e con gli adulti, cercando delle connessioni con altri temi come la diversità, l’uso dei social, l’integrazione. I sei film saranno proiettati in Ca' Quartiero alle ore 16.00 domenica 11 e 25 febbraio, domenica 11 e 25 marzo, domenica 15 aprile e domenica 6 maggio.
Commenta l'Assessore ai Servizi Sociali Barbara Corrò: “Questa nuova iniziativa è in continuità con le esperienze formative proposte ai genitori negli anni scorsi, la vera novità sta nell’offrire non solo una divertente occasione di incontro ai ragazzi, ma, attraverso l’utilizzo di un’attività di Cineforum, dar vita a spazi di condivisione, capaci di aprire al confronto e alla riflessione. Oltre alle proiezioni riservate ai ragazzi, saranno abbinati tre incontri a tema per i genitori, condotti da un formatore esperto in tematiche riguardanti l’affettività e la genitorialità che si terranno presso il Centro civico Gaetano Muneratti in Via Roma, il 9 febbraio, 16 marzo e 12 aprile alle ore 20.30. Inoltre, a conclusione del percorso sarà organizzata un festa di chiusura, che coinvolgerà i ragazzi che hanno partecipato alle attività”.
La realizzazione di questo progetto, gestito in collaborazione con la Cooperativa Sociale Coges don Lorenzo Milani, è finanziato con i circa 3.400 euro del 5 x mille delle dichiarazioni dei redditi del 2014, che i cittadini di Fossò hanno destinato alle attività sociali del Comune di residenza.
 

Comunicato stampa di martedì 30 gennaio 2018: A Fossò i campioni dell'aria analizzati da ARPAV rassicurano sulla qualità dell'aria.

Sono stati consegnati all'Amministrazione comunale i risultati delle analisi dei campioni di aria prelevati da ARPAV il 9 gennaio scorso con i canister. Nel merito, la relazione di servizio conclude che "in data 10/01/2018, venivano emessi dal Servizio Laboratori di Venezia RdP rispettivamente nn. 598915 e 598916 i risultati relativi ai campioni d'aria prelevati, dai quali si evince che i valori rientrano nei limiti di norma."
Commenta il Sindaco Federica Boscaro: “Mi preme ribadire che riguardo a questo problema, che purtroppo non colpisce solo il nostro singolo paese, sono stati fatti moltissimi controlli in abitazioni e laboratori privati da parte delle forze dell'ordine senza tuttavia rilevare nulla di sospetto. Chi risiede a Fossò da almeno trent'anni sa quanto la incivile pratica di bruciare anche materiali non legnosi fosse diffusa, e di come si sia via via ridotta grazie alla sempre più accresciuta sensibilità della maggioranza dei cittadini, alla raccolta porta a porta, alla realizzazione dell'Ecocentro ed anche all'attività di controllo e monitoraggio dell’ambiente in tutte le sue componenti. È presumibile che ci siano ancora azioni incivili di questa natura messe in atto da singole persone. Invito tutti i cittadini a segnalare ogni possibile origine di combustioni improprie senza timore perché solo rilevando i luoghi precisi si potrà porre rimedio a queste azioni incivili e potenzialmente dannose."
Si comunica altresì che la centralina per monitorare, nei prossimi mesi la qualità dell’aria, sarà posizionata, come comunicato da Arpav, verso la fine di febbraio in un’area allo scopo individuata ed attrezzata.
 

Comunicato stampa di martedì 23 gennaio 2018: A fine gennaio l'inizio dei lavori di messa in sicurezza idraulica dell'area meridionale del Comune di Fossò

A fine gennaio iniziano i lavori del quarto stralcio del Piano delle Acque comunale di messa in sicurezza idraulica di Via Cartile, Via Treviso e Via Celestia, lavori da tempo attesi dagli abitanti di Sandon, esposti ai disagi della criticità di rischio allagamenti presente nella zona in caso di precipitazioni particolarmente intense.
Si tratta di un intervento, finanziato per 50.000 euro dal Comune e per 50.000 euro dalla Regione, la cui progettazione ed esecuzione è gestita dal Consorzio di Bonifica Bacchiglione.
L'Intervento è particolarmente incisivo nelle affossature comunali di Via Treviso e Via Cartile dove ci sarà un miglioramento sia della capacità di invaso che di deflusso delle acque. In Via Celestia sono previsti lavori di manutenzione straordinaria per migliorare l'immissione delle acque piovane nel Cornio.
I lavori, presentati dal Consorzio di Bonifica Bacchiglione e dall’Amministrazione Comunale, in un'assemblea pubblica tenutasi lo scorso dicembre, sono stati accolti con molto favore dai cittadini presenti.
“Particolare soddisfazione esprime la Sindaca Federica Boscaro per questo intervento di prevenzione del rischio allagamenti nel nostro comune. L’attenzione nei confronti del rischio idraulico sulla rete idraulica minore resta alta e sarà guidata dall’intento di migliorare altre criticità idrauliche presenti nel territorio. Continua sarà la collaborazione con il Consorzio di Bonifica Bacchiglione, che sta realizzando interventi sovra comunali, di miglioramento della rete consortile con ricadute generali positive anche su Fossò”.
 

Comunicato stampa di giovedì 4 gennaio 2018: A FOSSO’ LA CARTA D’IDENTITA’ E’ ELETTRONICA


Lunedì 8 gennaio il Comune di Fossò rilascerà le prime carte d’identità elettroniche. Numerosi sono i residenti che hanno già fissato appuntamento per richiedere il nuovo documento. La carta d’identità elettronica (CIE) ha le dimensioni di una carta di credito, è caratterizzata da un supporto in policarbonato con la foto e i dati del cittadino e un microprocessore a radio frequenza. La richiesta di rilascio avverrà previo appuntamento con l’Ufficio Anagrafe “Si Cittadino” e il cittadino riceverà la CIE all’indirizzo indicato entro sei giorni lavorativi dalla richiesta. Il costo sarà di 22 euro per il primo rilascio e di 27 euro per rilascio in caso di smarrimento.
La carta d’identità cartacea non verrà più rilasciata se non nei casi di urgenza documentata o ai cittadini iscritti all’AIRE.
Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web del Comune o rivolgendosi agli Uffici comunali.