A Fossò dall’inizio di febbraio sono impiegati per sei mesi due lavoratori con un progetto di pubblica utilità e cittadinanza attiva

Nel 2019 il Comune di Fossò, con altri undici Comuni dell’Ambito Territoriale 13 e con Capofila il Comune di Mira, ha aderito al bando della Regione Veneto di cui alla Delibera 541 del 30/04/2019, per la realizzazione, su base comunale, di progetti di pubblica utilità e cittadinanza attiva a favore di soggetti svantaggiati esclusi dal mercato del lavoro e con più di 30 anni di età.
Commenta l’Assessore ai Servizi Sociali Barbara Corrò: “Come negli anni scorsi, abbiamo nuovamente colto questa opportunità che ci consente di dare una risposta lavorativa e non assistenziale a persone svantaggiate nel mercato del lavoro, sono stati individuati due cittadini residenti nel comune di Fossò che saranno impiegati, per sei mesi a 20 ore settimanali, in attività di abbellimento urbano e rurale e nel riordino di archivi e recupero di lavori arretrati di tipo tecnico ed amministrativo”.
L'azione, cofinanziata dalla Regione Veneto con le risorse del “Programma Operativo Regionale Fondo Sociale Europeo 2014-2020. Asse II Inclusione Sociale”, è realizzata con partner operativi quali Giuseppe Olivotti scs Onlus, Cooperativa Co.Ge.S Don Lorenzo Milani e UMANA S.p.A.