Contributo regionale BUONO LIBRI - Anno scolastico -formativo 2022/2023



Termini perentori per l'invio via web della domanda:
- per i richiedenti: 17 ottobre 2022 (ore 12,00)
- per i Comuni : 7 novembre 2022 (ore 12,00)

CHE COSA È IL CONTRIBUTO REGIONALE “BUONO-LIBRI”

È un contributo, previsto e disciplinato dalla Legge 448/1998 (art. 27) e dalla Deliberazione della Giunta regionale n. 918 del 26/07/2022, per la copertura totale o parziale della spesa:
- per acquisto dei libri di testo e contenuti didattici alternativi indicati dalle Istituzioni scolastiche e formative nell’ambito dei programmi di studio da svolgere presso le medesime.
Sono escluse le spese per l’acquisto dei dizionari, degli strumenti musicali, del materiale scolastico (cancelleria, calcolatrici, ecc…) e delle dotazioni tecnologiche (telefoni cellulari, personal computer, tablet, ecc..)
Al fine dei controlli, la documentazione della spesa deve essere conservata per 5 anni dalla data di ricevimento del pagamento del contributo.
 

CHI PUO’ CHIEDERLO

Possono chiederlo le famiglie
degli studenti residenti nella Regione del Veneto, che frequentano, nell’anno 2022-2023:
- Istituzioni scolastiche: secondarie di I e II grado, statali, paritarie, non paritarie (incluse nell’Albo regionale delle “Scuole non paritarie”);
- Istituzioni formative accreditate dalla Regione del Veneto che svolgono percorsi triennali di istruzione e formazione professionale per il conseguimento della qualifica professionale e/o percorsi di quarto anno per il conseguimento del diploma professionale ai sensi dell’articolo 15 del D.Lgs. 17 ottobre 2005, n. 226, compresi i percorsi del sistema duale attivati in attuazione dell’Accordo in Conferenza Stato- Regioni del 24 settembre 2015;
che hanno il seguente ISEE 2022:
- Fascia 1: da € 0 a € 10.632,94 – contributo massimo concedibile € 200,00,
- Fascia 2: da € 10.632,95 a € 15.748,78 – contributo massimo concedibile € 150,00.
L’importo effettivo del contributo sarà determinato sulla scorta dei suindicati importi massimi concedibili, in relazione al numero delle domande validamente presentate e in rapporto proporzionale alle risorse disponibili.