Le opere d'arte custodite nella chiesa parrocchiale

Nella parrocchiale di Sandon si conservano alcune opere d’arte degne di nota e meritevoli di una visita.

La pala dell’altare maggiore, opera di Giovanni Battista Pellizzari (1598-1660) rappresenta l’apparizione della Madonna con il Bambino Gesù a san Giacomo Apostolo e, sullo sfondo, il panorama delle mura di Verona con l’Adige.

La pala del Crocifisso, sull’altare di destra, raffigura il Crocifisso tra sant’Antonio e santa Marta. Questa interessante opera d’arte è stata oggetto di un accurato restauro eseguito nel 2011 da Sara Grinzato sotto la direzione dell’Istituto Veneto per i Beni Culturali. L’importante recupero ha permesso una nuova lettura dell’opera, compromessa da ampie deformazioni della tela e da un generale oscuramento della superficie che impediva di cogliere, tra gli altri particolari, la raffigurazione sullo sfondo del borgo di Sandon, riprodotto dal pittore al momento del tramonto. Per quest’opera ritrovata, assegnata in precedenza a Giambattista Pittoni (1687-1767), Sara Grinzato ha avanzato l’attribuzione a Mattia Bortoloni (1696-1750): artista originario di Rovigo formatosi presso la bottega di Antonio Balestra.

Tra le altre opere artistiche della chiesa, oltre al grande Crocifisso ligneo ottocentesco, merita di essere segnalata la statua in marmo di Carrara della Madonna Addolorata attribuita ad uno scultore della famiglia Bonazza (proveniente dall’oratorio di villa Caffrè di cui si dirà in seguito). Di pregevole fattura anche i due angeli adoranti dell’altare maggiore.

Particolarmente interessante è, infine, la “pila dell’acqua santa” in pietra, con base a colonnina di arte ravennate (V secolo d.C.?), probabilmente frutto di un prezioso dono offerto in passato dalle monache di Torcello e proveniente da una chiesa dell’isola lagunare.

 

Per saperne di più:

SARA GRINZATO, Sandon: una storia ritrovata. Restauro conservativo e significato storico del Crocefisso tra sant’Antonio e santa Marta della chiesa parrocchiale, Phasar edizioni, 2011.

FERDINANDO SALVATORI, Memorie di Sandon, Il Poligrafo, 2011.